top of page

Maria Iovine, Silvestro Maccariello, Irene Carbone, Erica Grillo.

 

In una città dove il sole splende ventiquattr’ore al giorno e il mito della produttività cancella ogni diritto, una giovane donna si mette a capo di una rivoluzione che restituisce voce agli sfruttati e rovescia il regime dei capi.

ISPIRATA ALLA STORIA DI JEAN PIERRE YVAN SAGNET, GIOVANE CAMERUNENSE CHE NEL 2011 DIVENTA IL LEADER DEL PRIMO SCIOPERO DEI BRACCIANTI IN ITALIA.

La città di Cap è ispirata alla storica impresa di Jean Pierre Yvan Sagnet: grazie a lui, il caporalato oggi è riconosciuto nell’ordinamento giuridico italiano come reato. Non solo, la sua azione ha dato avvio al primo processo su scala europea contro alcuni imprenditori che sfruttavano manodopera.
Nonostante il suo coraggio e il suo impegno, la situazione del lavoro bracciantile in Italia è ancora largamente al di sotto della soglia del diritto.
Ne La Città di Cap gli autori immaginano una realtà distopica, ambientata in un futuro non troppo lontano, che mostra le conseguenze di una progressiva erosione dei diritti e consegnano la rivoluzione nelle mani di una donna giovane, nera e sfruttata. Una persona umile che, dal gradino più basso della società, muove le coscienze, accende il senso civico, innescando una rivolta alla riscoperta dei diritti, capace di cambiare il destino di molti. Così, Cap, presentataci come una città ordinata, funzionale, perfetta, quasi paradisiaca, in realtà si rivela essere infernale, mentre l’imperfezione di un sogno è in grado di restituire libertà e umanità.

La città di Cap

€17.00 Regular Price
€ 14,45Sale Price
  • Categoria: Fumetti/Graphic novel

    Editore: Becco Giallo

    ISBN: 9788833142098

    Lingua: Italiano

    Pp: 102

    Formato: 17 cm x 24 cm

bottom of page