top of page

Dante s'innamorò della Garisenda, Napoleone del panorama, Rossini della faraona ripiena, Foscolo della contessa Martinetti, Casanova di tutte le donne bolognesi. 50 grandi della storia dissertano su Bologna e la bolognesità. Da Dante Alighieri ad Alfred Hitchcock, non sono tutte rose e fiori. Qualcuno bacchetta senza remore ma nel complesso il giudizio è sempre positivo: bella generosa, divertente, ospitale, studiosa, stimolante, libera. Seguiremo l'imperatore Carlo V passeggiare su e giù per Via Ugo Bassi, osserevermo Leonardo Da Vinci dare le prime pennellate alla Gioconda in un palazzo di Via Galliera o un bambinetto impertinente di Wolfgang Amadeus suonare in Via San Felice. Osserveremo Copernico fare la prima osservazione celeste sotto il cielo di Bologna, Stendhal che rischia la sua sindrome davanti alla Santa Cecilia di Raffaello , Charles Dickens che passeggia per i vialetti della Certosa. 

Bologna Caput Mundi. I Grandi e la Città, da Dante ai nostri giorni

€ 49,00Prezzo
  • Categoria: Fotografia

    Editore: L’inchiostroblu

    ISBN: 9788888260297

    Lingua: Italiano/Inglese

    Pp: 216

    Formato: Copertina rigida, 24,6 cm x 29,6 cm

bottom of page